I tappi di cerume ed il lavaggio auricolare

Avere del cerume nel condotto uditivo è normale, ma quando il cerume è troppo abbondante si possono formare dei tappi che possono determinare un calo dell’udito e anche talvolta dolore, acufeni (“fischi” nell’orecchio) o vertigini.
Tra i fattori predisponenti la formazione dei tappi di cerume, la tipologia di cerume (quello secco provoca più facilmente il tappo di cerume rispetto a quello umido), l’ipersecrezione ghiandolare, l’eccessiva detersione meccanica (per esempio quella che viene fatta con i bastoncini di cotone) che ottiene spesso l’effetto opposto accumulando cerume internamente al condotto, l’introduzione di acqua che rigonfia in modo eccessivo il cerume , riduzioni del calibro del condotto uditivo (a causa di esostosi, osteoma, malformazioni o altre patologie) che provocano un arresto del fisiologico movimento del cerume dall’interno verso l’esterno. A volte un tappo può crearsi in presenza di alcune patologie, quali la psoriasi, nella quale cerume e strati superficiali della cute desquamati, possono creare una ostruzione del condotto uditivo.
Dopo aver accertato con il medico, attraverso l’esame otoscopico, la presenza di tappi di cerume è possibile rimuoverli con un lavaggio auricolare eseguibile ambulatorialmente. Solitamente è necessaria una preparazione di alcuni giorni per ammorbidirli e rendere piu’ semplice la loro rimozione
In alcuni casi, sopratutto per tappi che stazionano da molto tempo nel condotto uditivo, si rende necessaria la loro rimozione tramite aspirazione, che viene effettuata dallo specialista otorinolaringoiatra, ambulatorialmente.

 

 

One thought on “I tappi di cerume ed il lavaggio auricolare

  1. Il metodo “curettage” e utilizzato per rimuovere i tappi di cerume responsabili di alterazioni della capacita uditiva o di parziale occlusione del condotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *