Misurazione della pressione arteriosa

La pressione arteriosa varia durante tutta la giornata ed è influenzata sia dalle attività che svolgiamo, sia dal nostro stato emotivo. È un parametro importante da rilevare nel caso di malessere acuto, ma anche da monitorare nel tempo in assenza di sintomi.
I valori medi della pressione arteriosa in un soggetto potrebbero infatti risultare a lungo sopra i limiti senza che la persona se ne accorga, se non quando questi valori mediamente alti abbiano determinato un danno cardio-vascolare.
Il miglior modo per poter controllare i valori medi della propria pressione arteriosa è monitorare la pressione al proprio domicilio e annotare i valori in modo ordinato (clicca qui per scaricare il modulo) che è opportuno portare in visione al proprio medico.
Valori di pressione bassa, in assenza di sintomi, generalmente non sono considerati un problema medico.

Alcuni consigli per una corretta misurazione della pressione:

Durante tutta la misurazione della pressione e fino al completo sgonfiaggio del bracciale, è bene tenere presente le seguenti semplici raccomandazioni:

  1. Il paziente dovrebbe essere rilassato, seduto comodamente, in ambiente tranquillo, con temperatura confortevole da almeno cinque minuti.
  2. Non si dovrebbe assumere bevande contenenti caffeina nell’ora precedente, né aver fumato da almeno un quarto d’ora (anzi, non si dovrebbe fumare mai!).
  3. Il braccio deve essere appoggiato ed il bracciale deve essere all’altezza del cuore (vedi figura). Non importa quale braccio venga usato per la misurazione, ma bisogna ricordare che esistono a volte differenze sensibili nei valori misurati nelle due braccia. In tali casi, si dovrà utilizzare per la misura il braccio con la pressione più elevata.
  4. Le dimensioni del bracciale di gomma devono essere adattate alla dimensione del braccio del paziente. Nel caso di bambini o di adulti molto magri, è necessario utilizzare bracciali di dimensioni minori di quelle standard, mentre nel caso di persone molto robuste o di pazienti obesi, il bracciale dovrebbe avere una lunghezza superiore.

Devono essere effettuate almeno due misurazioni successive e, se la pressione differisce di molto (per convenzione, in misura maggiore di 5 mm Hg) nelle due circostanze, si deve procedere con ulteriori misurazioni fino a che i valori misurati risultino abbastanza stabili.

Quante volte e quando è opportuno misurare la pressione? Lo spiega nel seguente video il Dott. Roberto Meazza, responsabile del Centro Ipertensione dell’Ospedale Maggiore – Policlinico di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *